CONTESTO



Lo Slum di Martinpara, è una grande baraccopoli ai margini orientali della città di Calcutta e fa parte di una grandissima baraccopoli di 50km2 nota con il nome di POORBO PANCHANANTALA. Gli abitanti appartengono a diverse etnie e religioni: indù, musulmani, cristiani, sikh, e provengono da Bangladesh, West Bengala, Bihar, Jharkhand, Uttar Pradesh e Punjab.

Circa il 60% di queste persone sono disoccupati, gli altri lavorano come conduttori di risciò, spazzini, camionisti, donne delle pulizie, lavapiatti ecc. Ultimamente il Governo sta cercando di eliminare le baracche, sostituendole con dei piccoli caseggiati di mattoni e malta, pavimentati in cemento e costituiti da mono o bilocali privi di cucina e servizi. Ad ogni piano c'è un servizio igienico comune a tutte le persone del piano, insufficiente in quanto a volte ogni unità locale è popolata da più di dieci persone. In un solo locale si cucina, si dorme e si trascorrono le giornate. Non esistono strade vere e proprie, ma vicoli sporchi con rifiuti, acqua stagnante e scarichi a cielo aperto. Si tratta di intere famiglie che vivono al di sotto della soglia di povertà, che non sono assistite dal Governo. Perfino la registrazione delle nascite è di recente istituzione. Non vi è vigilanza nè sicurezza quindi gli abusi fanno parte della quotidianità.