DISTRIBUZIONE CIBO AI SENZATETTO

PRESENTAZIONE
A Calcutta vive la più grande popolazione di senzatetto del mondo. Spinti dalla necessità di trovare lavoro per potersi procurare da mangiare, lasciano le loro case e si riversano in citta`, attratti dall’illusione di migliori opportunità di vita. Vivono sul marciapiede con tende improvvisate spesso senza acqua ne tantomeno alcun servizio esposti ad intemperie e rischi di ogni genere.
La maggior parte di loro è analfabeta, non conosce il significato delle parole: liberta`, democrazia, diritti umani. Vivono nella costante ricerca di cibo, vestiti, lavoro e di un posto per dormire. Si adeguano a svolgere i lavori più miserabili, e spesso sono vittime di criminali senza scrupoli.
Vivono il presente, un giorno alla volta, nessun passato, nessun futuro. La loro situazione, priva di dignità, li rende invisibili per il resto della società, negandogli diritti e risorse di cui gli altri godono. Spesso bambini e adolescenti sono vittime di abusi, lavoro forzato, tossicodipendenze e malattie. Tuttavia con il loro lavoro contribuiscono al PIL Indiano per il 25%. In questa triste classifica di vulnerabilità` ci sono poi le donne, sottoposte ad ogni tipo di violenza, come carne da macello avviate alla prostituzione, soggette ad abusi sessuali e sfruttate in tutti i modi. Infine gli anziani, che gravando su famiglie già sotto il livello minimo di sostentamento, vengono spesso abbandonati a loro stessi.
In questo quadro di indubbia gravità abbiamo pensato che sopperire ad uno dei bisogni primari, quali una corretta e regolare alimentazione, potrebbe influire positivamente su più versanti. Una persona correttamente alimentata, si ammala molto meno e non e` costretta a compromessi per provvedere al cibo (vedi lavoro minorile, prostituzione, ecc.). Inoltre il corretto apporto di sostanze nutritive attenua l’insorgere di disabilità fisiche e mentali, causa di ulteriore emarginazione.

OBIETTIVI
Sostegno alimentare a 150 famiglie di senzatetto, fornendo loro un’alimentazione varia, bilanciata e completa, nel pieno rispetto delle loro abitudini alimentari.
Sostegno sanitario e microprogetti di sviluppo e occupazione ove necessario e possibile per togliere le famiglie dalla strada.

AZIONI

  1. Identificare un’area ad alta concentrazione di senzatetto;
  2. Identificare le famiglie e le persone piu` bisognose
  3. Acquisire un locale idoneo alla distribuzione del cibo;
  4. Assicurare un supplemento nutrizionale ai piu` deboli: donne, anziani e bambini;
  5. Confezionare i pacchi di cibo da distribuire alle famiglie;
  6. Una volta al mese, fornire ad ogni famiglia prodotti per l’igiene personale;
  7. Supervisione, controllo, monitoraggio e rendicontazione del lavoro svolto.